Cercare
Casa e giardino
10. agosto 2022

Cosa fare in giardino da soli

Ing. Kateřina Jelenová
4 min.
196 lettura
Cosa fare in giardino da soli
Fare da soli o rivolgersi al professionista? Parlando del giardino, entrano in gioco diversi fattori. Il primo aspetto da considerare è se vi piacciono lavori tecnici e se avete una buona manualità, il secondo è il tempo e il terzo l’aspetto economico. Alcune installazioni dovrebbero essere affidate ai professionisti. Cosa potete fare nel vostro giardino da soli?

Aiuole: sì

Il garden designer conviene sicuramente, se avete un giardino atipico o terreno non standard, ad esempio in collina. Vi aiuterà anche se non avete l’immaginazione spaziale, oppure se non riuscite a decidere come progettare il giardino. Se avete un giardino di forma semplice o un’immaginazione base, potete iniziare a pianificare da soli. Non dimenticate di ragionare sull’utilizzo previsto del giardino, e dividete il giardino in zona relax.

Per la vostra ispirazione consigliamo vegetali non tradizionali.

Laghetto: ce la farete

Non è difficile costruire un laghetto nel giardino da soli, ma dovete analizzare il sostrato per valutare le difficoltà durante gli scavi e il rischio di crollo delle sue sponde. L’elemento acquatico non dovrebbe sicuramente mancare nel vostro giardino.

Struttura in legno o casetta da giardino: quella più adatta è a incastro

Come deposito di attrezzi e utensili consigliamo di comprare la casetta da giardino prefabbricata. Le strutture con l’altezza massima di 5 m e la superficie edificata fino a 25 m2 non richiedono la concessione edilizia. Valutate comunque se procedere da soli - il montaggio richiede molta esperienza e abilità specifiche. Se avete già costruito una casetta simile e sapete di riuscirci, iniziate con grinta.

Casetta per bambini: provateci

La casetta in legno sull’albero è sicuramente più bella rispetto ad una struttura in plastica acquistata al supermercato. Un genitore in gamba riesce a costruire una struttura di questo tipo, su internet si trovano molte istruzioni. Per la concessione edilizia valgono le stesse regole come per il deposito di attrezzi.

Pergola: quella bioclimatica senza problemi, quella in legno è una sfida

La costruzione della pergola in legno può essere realizzata da un amante del fai da te piuttosto esperto. È necessario realizzare il pavimento in cemento o materiale simile, dove posizionare le staffe di ancoraggio per le colonne. Inoltre è necessario tagliare il legno, levigare, impregnare e verniciare le travi. Scegliete le staffe di ancoraggio secondo il basamento, fissatele e successivamente procedete con il montaggio della struttura.

Se scegliete la pergola bioclimatica, non è richiesta una procedura simile. Potete tranquillamente costruire la pergola da soli con pezzi predisposti. Potete ovviamente risparmiarvi il lavoro di montaggio, rivolgersi ai professionisti e godervi la tranquillità dell’estate sotto la pergola.

Ing. Kateřina Jelenová

Gli ultimi

Temi stagionali
19. dicembre 2022

Giornata Mondiale per la Preservazione dello Strato di Ozono

Ing. Aneta Paroulková
3 min.
196 lettura
Giornata Mondiale per la Preservazione dello Strato di Ozono
Il 16 settembre si celebra la Giornata Mondiale per la Preservazione dello Strato di Ozono. Cosa possiamo fare noi per la sua tutela? Quali sono altri modi per aiutare il nostro pianeta? Ognuno può dare il suo contributo.
Il mondo di Isotra
28. novembre 2022

Storia delle veneziane

Ing. Kateřina Jelenová
3 min.
196 lettura
Storia delle veneziane
Le veneziane esistono da più tempo di quanto si possa immaginare: il loro predecessore, grate per finestre chiamate mashrabiyya, aiutavano a proteggere la privacy negli harem orientali. All’inizio del Cinquecento si sono cominciate ad utilizzare, nell’Europa meridionale - in Italia e Francia meridionale – le schermature tramite listelli in legno orizzontali.