Cercare
Fallo da solo
14. settembre 2023

Relax a casa – rilassamento in cucina

Ing. Kateřina Jelenová
4 min.
134 lettura
Relax a casa – rilassamento in cucina
Ognuno di noi percepisce la cucina in modo diverso. Quello che per uno è il lavoro forzato, ovvero il dover pensare costantemente a cosa preparare e cucinare e ai piatti, per un altro può essere il momento di relax durante la preparazione creativa di leccornie e un lavoro fisico poco impegnativo che non richiede di sforzare la mente. Come fare in modo che il tempo trascorso in cucina sia una piacevole tregua dalle altre responsabilità?

Semplificare il modo di cucinare

Pensate a quale sia l'ostacolo più grande per voi quando cucinate. Magari i piatti? Dopo aver consultato la vostra famiglia, stabilite un menù regolare che possa ripetersi, ad esempio, ogni due settimane. Oppure, se una routine fissa non è adatta agli altri membri della famiglia, chiedete a qualcun altro di ideare i pasti ogni settimana. Non riuscite a seguire le ricette? Non forzatevi, fissate uno o due ingredienti centrali e cucinate "intorno" a questi.

Il menù prestabilito è utile anche in una famiglia in cui qualcuno soffre di allergie alimentari e deve seguire una dieta speciale o ci sono bambini piccoli schizzinosi.

Ergonomia della preparazione dei cibi

Lavorare in cucina sarà più piacevole se non vi farà male la schiena, se non dovrete correre da un lato all'altro per ogni minima cosa o se il sole al tramonto non vi abbaglierà ogni sera.

Il piano di lavoro della cucina deve avere un'altezza tale che l'avambraccio della persona che lo userà più spesso non si trovi a più di 45° rispetto ad esso. Pensate all'ergonomia quando state arredando o ristrutturando: il piano di lavoro della cucina deve avere un'altezza tale che l'avambraccio della persona che lo userà più spesso non si trovi a più di 45° rispetto ad esso. Può essere più basso vicino ai fornelli e più alto vicino al lavello.

Per una persona alta 165-175 cm, l'altezza ottimale del piano di lavoro è di 85 cm. Per le persone di altezza compresa tra 175 e 185 cm, l'altezza del piano di lavoro dovrebbe essere di 90 cm. Le persone ancora più alte possono avere un piano di lavoro a 95 cm dal pavimento.

La chiave di una buona progettazione della cucina è la disposizione pratica delle tre zone principali: cottura, lavaggio e stoccaggio (frigorifero, dispensa). Su un lato dovrebbe esserci la zona di stoccaggio da cui prelevare gli alimenti, la zona di lavaggio al centro e la zona di cottura sul lato opposto. Tra queste tre zone dovrebbe esserci sempre un'area di lavoro (togliere gli alimenti dal frigorifero prima del lavaggio e della preparazione per la cottura) e dovrebbe essere possibile muoversi liberamente tra tutte le aree.

Due modi per rendere le pulizie più piacevoli

Poche persone amano pulire la cucina. La maggior parte delle volte trattasi di un lavoro poco piacevole che deve essere ripetuto più volte al giorno. Ci sono diversi approcci per affrontarlo: c'è chi stringe i denti, fa quello che è necessario e non ci pensa troppo. Ma è anche possibile godersi il tempo trascorso a pulire. Un modo è ascoltare musica, podcast o audiolibri. In questo modo, il lavoro è più veloce e la nostra musica preferita o le nuove informazioni ci mettono di buon umore.

L'approccio opposto si basa sui principi della mindfulness: concentrarsi pienamente su ogni attività che viviamo. Quando laviamo i piatti, ci concentriamo sul materiale della spugna, sul profumo del detersivo, sulla densità della schiuma e sul processo di lavaggio di ogni singolo piatto. Cosa cambia quando si lavano materiali diversi, qual è la differenza quando la spugna scivola sul legno, sulla porcellana o sulla plastica? Mantenendo la massima concentrazione, anche la pulizia della cucina può diventare un'esperienza interessante.

Ing. Kateřina Jelenová

Gli ultimi

Temi stagionali
18. marzo 2024

Oasi di pace: come trovare l’equilibrio e la serenità nel mondo pieno di frenesia

Ing. Kateřina Jelenová
5 min.
134 lettura
Oasi di pace: come trovare l’equilibrio e la serenità nel mondo pieno di frenesia
Nel mondo frenetico moderno, trovare del tempo per se stessi è più importante che mai. Scoprite come creare la propria oasi di pace e mantenere l’equilibrio mentale ogni giorno.
Temi stagionali
15. marzo 2024

Psicologia dei colori: Come i colori influenzano il nostro umore

Ing. Aneta Paroulková
5 min.
134 lettura
Psicologia dei colori: Come i colori influenzano il nostro umore
I colori hanno una straordinaria capacità di influenzare le nostre emozioni, il nostro umore e l'atmosfera dello spazio in cui viviamo. Nel settore delle schermature solari, offriamo un'ampia gamma di variazioni cromatiche che non solo proteggono da radiazioni solari e sguardi indiscreti, ma possono anche influire in modo significativo sul nostro benessere negli interni.