Cercare
Temi stagionali
4. agosto 2022

Consigli per un sonno di qualità: buio, rituali e ambiente adatto

Ing. Aneta Paroulková
3 min.
16 lettura
Consigli per un sonno di qualità: buio, rituali e ambiente adatto
La quantità e la qualità di sonno influenzano tutta la nostra vita - dalle prestazioni lavorative fino alla salute fisica e mentale. Cosa possiamo fare per dormire meglio?

Buio totale

Anche se il sonno è disturbato principalmente dalla luce blu dagli schermi dei dispositivi elettroniche, vale comunque la regola che più è buio, meglio si dorme. Il buio dovrebbe idealmente essere tale da non consentire di vedere la propria mano davanti al viso. Un buon livello di oscuramento si ottiene tramite tapparelle o alcune forme di veneziane da esterno. La variante blackout è disponibile anche per le veneziane da interno e tende a rullo schermanti.

Evitate la caffeina e l’alcol

Non è assolutamente sorprendente che dopo un caffè serale non sarà semplice prendere sonno. La stessa cosa vale anche per una tazza di tè, coca cola o bibite energetiche - evitatele, se possibile, durante tutto il pomeriggio. Prima di andare a dormire eccitano inutilmente anche i prodotti a base di tabacco. E attenzione - anche se siete abituati a “farvi un bicchierino” prima di andare a dormire, la qualità del vostro sonno è influenzata negativamente dall’alcol.

Routine quotidiana - andate a dormire sempre alla stessa ora

Il sonno di qualità è quello regolare - sia dal punto di vista dell’ora in cui si va a dormire sia in cui ci si sveglia. Dovreste andare a dormire ogni giorno alla stessa ora, anche nei fine settimana. Per addormentarsi bene è consigliabile il movimento al sole durante la giornata: favorisce la stanchezza sana dell’organismo e armonizza i bioritmi con il ciclo della luce e del buio. Il nostro ritmo giornaliero naturale è leggermente più lungo del giorno siderale - con la permanenza dell’uomo al buio totale si imposta a 24 ore e un quarto. L’organismo conta sulla regolazione quotidiana proprio in base alla luce solare. 

Invece della sveglia, impostate l'avviso di andare a dormire per garantire un sonno sufficiente sia durante i giorni feriali che il weekend.

Prima di andare a dormire non mangiate e non fate esercizi. Un sonnellino durante la giornata non dovrebbe essere un problema, ma attenti a non addormentarvi dopo le tre di pomeriggio.

Per nessun motivo sottovalutate la scelta del materasso di qualità. Il riposo salutare è favorito dal materasso corretto, ma anche da coperte e cuscini di materiale piacevole. Ad addormentarvi meglio vi aiuteranno materassi con essenze aromatiche.

Rituali prima del sonno

Durante le ultime ore prima di andare a dormire dovreste dedicarvi alle attività rilassanti, ossia alla lettura o all’ascolto della musica (televisione, telefono o computer possono invece rendere il sonno più complicato). Va bene anche un bagno caldo che fa venire la sonnolenza. Non scordatevi di arieggiare bene la camera da letto e mantenetevi una temperatura piuttosto bassa. 

Se non prendete il sonno in venti minuti, non rimanete a letto. Alzatevi e fate un’attività rilassante fino a quando non vi verrà il sonno, per prevenire che il vostro cervello leghi la permanenza nel letto all’ansia per l’insonnia.

Ing. Aneta Paroulková

Gli ultimi

Temi stagionali
5. agosto 2022

Come raffreddare la casa senza l'aria condizionata

Ing. Jakub Vaněk, Ph.D.
3 min.
16 lettura
Come raffreddare la casa senza l'aria condizionata
Inizia il caldo estivo e se non avete l'aria condizionata, sarà difficile stare a casa. Cosa fare se dovete lavorare da casa, avete bambini malati o non potete passare, per altri motivi, le vostre giornate in una stanza climatizzata, in mezzo alla natura o nell’acqua?
Casa e giardino
4. agosto 2022

Sapete come arieggiare correttamente?

Ing. Jakub Vaněk, Ph.D.
4 min.
16 lettura
Sapete come arieggiare correttamente?
Senza arieggiare non possiamo fare a meno né noi né gli edifici in cui viviamo. Le persone nell’ambiente con la scarsità di ossigeno e l’eccesso di CO2 fanno fatica a pensare, concentrarsi e soffrono di mal di testa. Visto l'accumulo di vapore acqueo, gli edifici hanno la tendenza di sviluppare le muffe al loro interno. Inoltre è necessario eliminare il radon, che si forma attraverso la decomposizione di uranio dal sottosuolo che potrebbe causare il cancro in caso di esposizione prolungata. Con quale frequenza, quando e come cambiare l'aria negli edifici residenziali?